30 lunghi anni dalla morte del grande Freddie Mercury

0
98

Era il 24 novembre 1991, quando la notizia della morte di Freddie Mercury freddò il mondo intero. La voce e anima dei Queen si era arreso alla malattia, salutando i suoi fan sula terra per sempre. Eppure il suo ricordo non è mai morto.

Il mito di Freddie Mercury rivivrà in un documentario esclusivo della BBC che conterrà anche interviste inedite agli altri membri dei Queen, Brian May e Roger Taylor (non John Deacon, ritiratosi dal music biz nel ’97); ma anche alla sorella Kashmira Bulsara, gli amici Anita Dobson e David Wigg e l’assistente personale Peter Freestone.

Sarà un viaggio straordinario che racconterà l’ultimo capitolo di una delle più grandi icone della musica rock. Lavorare con i Queen e accedere al dietro le quinte di alcune delle loro più grandi performance e anche di quello che fu il leggendario Freddie Mercury Tribute Concert è stato un privilegio esclusivo”, ha anticipato il regista James Rogan. 

freddie mercury

Nel 1986 Freddie Mercury inizia ad avere problemi di salute. Un anno dopo scopre di essere positivo all’Hiv e poco dopo gli viene diagnosticato l’Aids. Solo nel 1989 rivela alla sua band e agli amici più stretti la malattia, quando non può più nasconderne i segni, ormai evidenti. L’annuncio ai fan viene fatto attraverso un comunicato stampa il giorno prima della sua morte, il 23 novembre del 1991. Mercury si spegne all’età di 45 anni, alle 18.48 del 24 novembre 1991.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here