MSC
Home Arte e Cultura “Mostra del cinema di Venezia”

“Mostra del cinema di Venezia”

A cura della Dott.ssa Anna Carla Chiaro

La storia

La Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica è il festival di cinema più antico del mondo e uno tra i più prestigiosi. Il festival è oggi una manifestazione cinematografica di grande successo che ogni anno presenta un cartellone con opere di caratura mondiale, portando sul tappeto rosso del Lido di Venezia alcuni tra i registi, attori, attrici e personaggi più affermati del tempo. Ciò che contraddistingue la manifestazione da anni è il fascino artistico glamour degli abiti indossati dagli ospiti.

La prima Esposizione Internazionale d’Arte Cinematografica (dal 6 al 21 Agosto 1932) nasce nell’ambito della XVIII Biennale di Venezia, sotto gli auspici del Conte Giuseppe Volpi di Misurata, Presidente della Biennale, dello scultore Antonio Maraini, Segretario Generale, e di Luciano De Feo, segretario Generale Dell’Istituto Internazionale per il cinema educativo, con sede a Roma. L’edizione 1932 si svolge nella terrazza dell’Hotel Excelsior al Lido di Venezia; ha presentato film come “It happened one night” di Frank Capra, “Grand Hotel” di Edmund Goulding. All’epoca vennero attirati oltre 25 mila spettatori. Il primo film che venne proiettato fu “Dr. Jekyll and Mr. Hyde” di Rouben Mamoulian.

Alla seconda edizione del 1934 venne istituita la Coppa Mussolini per premiare il miglior film straniero ed italiano. I premi vengono attribuiti dalla Presidenza della Biennale. Dal 1935 la mostra diventa annuale e il premio agli attori assume il nome di Coppa Volpi. Nel 1936 viene nominata la Giuria Internazionale e nel 1937 viene inaugurato il nuovo Palazzo del Cinema costruito dall’architetto Luigi Quagliata.

Gli anni ’40 si possono suddividere in due periodi, con la conclusione della guerra a fare da spartiacque. Le edizioni del 1940,’41,’42 si svolsero lontano dal Lido e parteciparono pochi Paesi. Dopo la pausa bellica, la mostra riprende nel 1946 con la proiezione al cinema San Marco sotto la direzione di Elio Zorzi. In questi anni trovano spazio molti film italiani importanti come “Paisà” di Roberto Rossellini e  “La terra trema” di Luchino Visconti. Fu premiata la bravura dell’attrice Anna Magnani con la Coppa Volpi nel film “L’Onorevole Angelina”. 

Negli anni cinquanta la Mostra conosce un periodo di espansione internazionale con l’affermazione di nuove cinematografie come la giapponese e l’indiana. Nel 1951 fu assegnato il Leone d’oro al film giapponese “Rashomon” di Akira Kurosawa e nel 1957 su assegnato il premio anche al film indiano “Aparajito” di Satyajit Ray. Intanto si affermano anche due registi italiani: Federico Fellini e Michelangelo Antonioni; si conoscono anche nuovi divi americani come Marlon Brando, Brigitte Bardot e dive italiane come la grande Sophia Loren, Gina Lollobrigida e i maestosi Alberto Sordi e Vittorio Gassman.

Negli anni ’60 la mostra proseguì e si ampliò sempre più. L’edizione del 1960 rimane negli annali come la più contestata in assoluto: Visconti subì un’altra sconfitta con un capolavoro straordinario “Rocco e i suoi fratelli” a scapito di un film francese. Si misero in evidenza giovani attori italiani  che esordivano in quegli anni come Pasolini, Bertolucci e Bellocchio. Dal 1963 cominciò l’era di Luigi Chiarini, il “professore” , un direttore coerente e autorevole che per anni organizzò rassegne cinematografiche. In generale è un periodo fortemente caratterizzato dal cinema italiano. Il ’68 creò una frattura drammatica con il passato.

Nel 1971 John Ford e nel 1972 Charlie Chaplin vinsero il premio Leone d’oro. Nel 1972 l’Anac e l’Aaci organizzarono nel centro storico di Venezia le Giornate del cinema italiano, in contrasto con la Mostra. Giacomo Gambetti cercò di dare un risvolto alla mostra, lanciando proposte di nuovi film per un Mostra diversa. Nonostante la difficoltà del periodo storico, passano a Venezia molti film indicativi del rinnovamento del cinema negli anni ’70: “The Devils” di Ken Russel, “A Clockwork Orange” (“Arancia Meccanica”) di Stanley Kubrick. Cambiò anche il nome della mostra in Mostra Internazionale del Cinema.

È  Carlo Lizzani direttore dal 1979 al 1982 a ridare prestigio internazionale alla Mostra. Nel 1980 viene ripristinato il Leone d’Oro; Venezia in questo periodo contribuisce all’affermazione nel mondo del nuovo cinema tedesco: Margarethe Von Trotta, prima donna Leone d’oro nel 1981 con “Die bleierne Zeit” (Anni di piombo). Il nuovo corso si consolida nel 1983 sotto la direzione di Gian Luigi Rondi: compone una giuria di soli autori degli anni ’60, facendola presiedere da Bernardo Bertolucci. Nel 1984 nasce la SIC, Settimana Internazionale della Critica. Guglielmo Biraghi, scrittore del Messaggero di Roma, nel 1987, diventa il 14° direttore della Mostra. Nell’ ‘88 Biraghi arricchisce il programma con la sezione Orizzonti, Notte e con gli Eventi Speciali, tra i quali figura il film “ The Last Temptation of Christ” di Martin Scorsese. Il film solleva grandi polemiche nel mondo religioso in America e in Italia.

Nel 1990 la giuria presieduta da Gore Vidal assegna il Leone d’oro a “Rosencrantz and Guildestern are Dead” di Tom Stoppard. Questo giudizio creò polemiche tra il pubblico. Il regista Gillo Pontecorvo si presenta con tre parole d’ordine: fare di Venezia la capitale degli autori cinematografici, riportare al Lido i grandi registi e divi del cinema e riempiendo di ragazzi la zona del Palazzo del Cinema. Pontecorvo riuscì nei suoi obiettivi. Tra i film più noti degli anni ’90: “Orlando” di Sally Potter, “Il postino” di Radford e “Portrait of a Lady” di Jane Campion.                                                                                                                

Gli anni 2000

Dal 2 all’8 Marzo 2001 si svolge il festival Shakespeare & Shakespeare, mentre dal 5 Maggio al 6 Ottobre si svolgono attività di Danza, Musica e Teatro. Dall’1 al 10 Febbraio 2002 si svolge il festival Temps d’images, dedicato ai rapporti tra spettacolo dal vivo, nuove forme di creatività e media televisivi e cinematografici. Il 15 Gennaio viene pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto di riordino della Biennale che viene trasformata in Fondazione. Dal 23 al 28 Febbraio 2006 si svolge Il drago e il leone, manifestazione del settore Teatro inserita nel programma del Carnevale di Venezia; la rassegna è curata da Maurizio Scaparro. Il Carnevale dei ragazzi, svolto nel 2010, prosegue con successo anche nel 2011 con la seconda edizione. Nel 2012 i premi Leoni d’oro per la carriera vengono assegnati a Luca Ronconi per il Teatro, Sylvie Guillem per la danza, Alvaro Siza Vieira per l’architettura, Francesco Rosi per il cinema e Pierre Boulez per la musica. Il 2016 vede circa 260mila visitatori dal 28 maggio al 27 novembre. La 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica si tiene al Lido di Venezia dal 30 Agosto al 9 Settembre 2017.; diretto da Alberto Barbera, vede più di 100 film. Nel 2019 il film Joker di Todd Philips vince il Leone d’oro durante la 76. Mostra del cinema. Il 19 Febbraio 2020 viene nominato il nuovo presidente della Biennale di Venezia: Roberto Cicutto per la durata di quattro anni. Nuove iniziative sono la mostra fotografica Divine allestita a Forte Marghera, dove sono esposte fotografie storiche della Biennale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read

Da 0-2 a 3-2, Verona ko e il Milan vola in testa

MILANO (ITALPRESS) – Da una nuova possibile ‘Fatal Veronà a una rimonta di tre reti che vale il miglior avvio di sempre in campionato....

Seremy lancia l’algoritmo smart per misurare il benessere dei famigliari anziani

La grande diffusione in Italia di Seremy – il bracciale salvavita smart per anziani – consente di analizzare una grande quantità di...

Brunori Sas è diventato papà, è nata la primogenita Fiammetta

Fiocco rosa in casa Brunori. Il cantautore cosentino annuncia sul suo profilo Instagram la nascita della primogenita e si definisce un "papà...
video

Manifestazione antifascista, Orlando: “Una bella giornata”

"Una bella giornata per dire che in Italia non c'è più spazio per i fascisti". Lo ha detto il ministro Andrea Orlando,...
video

Manifestazione antifascista, Zingaretti: “Una festa per l’Italia”

"Bene hanno fatto i sindacati a scendere in piazza e a rispondere con i valori della Costituzione. E' stata una festa per...

Mourinho “Non è una sfida fra me e Allegri. Orsato? Ha esperienza”

Josè Mourinho confida nel recupero dell’attaccante inglese in vista della sfida di domani sera all’Allianz Stadium contro la Juve, ma se l’ex...

Draghi in visita alla Cgil, Landini “Segnale importante”

ROMA (ITALPRESS) – Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, si è recato nella sede nazionale della Cigl, in corso d’Italia, a Roma. Ad accoglierlo...

Cosenza, bambino di 3 anni colpito all’addome perché “nero”

A Cosenza, bambino di tre anni che passeggia per strada; si avvicina ad un passeggino e viene allontanato con un calcio nell'addome.

TV: arriva “Matrimoni impossibili“, il nuovo format su chi si promette eterno amore

Domenica 9 agosto ore 9.50 e il 16 agosto alla stessa ora, su Real Time, canale 31 del digitale terrestre, andranno in onda le prime puntate...