MSC
HomeArte e Cultura11 anni dalla scomparsa di Amy Winehouse

11 anni dalla scomparsa di Amy Winehouse

Amy Winehouse, la grande cantante inglese precocemente scomparsa nel luglio del 2011, passò l’ultima notte della sua vita davanti al computer, come ipnotizzata dai video musicali delle sue canzoni su YouTube. E intanto beveva vodka, così tanta da superare di cinque volte il limite consentito per chi guida; e fu proprio un eccesso di alcol a ucciderla, seconda quanto ha stabilito l’autopsia.

La sua ultima apparizione pubblica era stata il 18 giugno 2011. Il suo ultimo concerto a Belgrado era stato interrotto perché l’artista, completamente ubriaca, non era in condizione di cantare.

Un declino probabilmente dovuto anche all’influenza dell’ex marito. Gli stessi fans di Amy Winehouse lo hanno accusato. Gli stessi affermavano che quest’ultimo avesse portato la cantante, nel momento più alto della sua carriera e del suo successo, su una strada sbagliata.

Una strada fatta di tossicodipendenza e dipendenza da alcool, come dimostrano anche le ultime apparizioni della cantante che prima di morire era completamente cambiata e poco presente a sé stessa.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Must Read